Careno, Santuario della Beata Vergine Assunta

Santuario della Beata Vergine Assunta, secolo XIII - XV - XVIII


Fondata nel 1044, secondo l’iscrizione sull’architrave d’ingresso, la chiesa dell’Assunta viene menzionata per la prima volta in un documento nel 1230, come cappella dipendente dalla pieve di Serravalle.
La primitiva chiesa romanica, forse ricostruita nel XIII secolo, aveva probabilmente le dimensioni dell’edificio attuale ma era ad aula unica con abside semicircolare.
A questa fase costruttiva si possono attribuire nell’edificio attuale la base della piccola abside e parte della facciata.
L’edificio è stato profondamente modificato in almeno due riprese. Intorno alla seconda metà del XV secolo l’aula viene ripartita in tre navate, con l’inserimento degli attuali pilastri ottagonali; le navate vengono coperte con volte a crociera a costoloni, la navata centrale soprelevata e modificate di conseguenza coperture e facciata. All’inizio del XVIII secolo alla chiesa vengono addossati i due portici laterali per ospitare i pellegrini che si recavano al santuario in occasione delle principali ricorrenze liturgiche e in particolare della festa dell’Assunta (15 agosto).
La decorazione delle navate risale per gran parte al XVIII secolo, mentre sui muri perimetrali emergono ampi brani di affreschi della seconda metà del Quattrocento.
Nel 1836, per porre in maggior rilievo la statua della Madonna venerata nel santuario, l’altare maggiore viene rifatto e la statua posta nell’ancona di marmo rosso di Verona che domina la navata centrale. L’affluenza di devoti al santuario, in particolare in occasione dei Giubilei, è stata frequente e continua nei secoli, come testimoniano indirettamente i numerosi interventi edilizi eseguiti sulla chiesa nel corso della sua lunga storia.

Comune: Pellegrino Parmense
Indirizzo: Loc. Careno 43047 Pellegrino Parmense
Informazioni: Parrocchia di Varano Marchesi tel. 0525.59344 – Ufficio turistico di Fornovo tel. 0525.2599
Orari previsti: 9,00-12,00; 15,00-18,00

Gli orari potrebbero subire variazioni: contattare il luogo prima di ogni visita.