Zibana, Chiesa di Santa Maria Assunta

Sec. XII - XVI


Citata per la prima volta in un documento del 1230 come cappella dipendente dalla pieve di San Vincenzo, la chiesa di Santa Maria Assunta costituiva una tappa sulla strada di Linari, antico percorso che faceva capo al monastero di S. Salvatore e S. Bartolomeo di Linari e collegava l’Emilia e la Lunigiana attraverso il passo del Lagastrello.

L’impianto originario della chiesa, ad aula con abside semicircolare, facciata a capanna e copertura a capriate lignee, viene rimaneggiato tra il XVI e il XVII secolo con l’aggiunta delle due cappelle, del campanile (con due campane datate 1513) e della sagrestia.
La successione delle vicende costruttive si può notare nei differenti materiali impiegati nelle murature: la pietra grigio – azzurra tratta da un’antica cava locale consente di identificare, come parti dell’originaria costruzione romanica che si sono conservate fino a oggi, quasi tutta la facciata e una parte dell’abside; il rialzo del tetto, l’aggiunta in facciata a sinistra, i due fianchi, la sacrestia e il campanile, sono stati invece realizzati alcuni secoli più tardi con materiale eterogeneo dai colori più caldi.
L’abside, molto simile a quello della chiesa di Santa Giuliana di Moragnano, è in parte frutto di pesanti interventi di restauro, con reintegri in pietra grigia eseguiti nel XX secolo.

comune: Palanzano
Indirizzo: Loc. Zibana
Informazioni: Parrocchia di Palanzano tel. 0521.897228 – Ufficio turistico di Monchio delle Corti tel. 0521.896618 – Comunità Montana Est tel. 0521.852743
Apertura: da giugno a ottobre, domenica e festività religiose
Orari: 9,00-12,00; 15,00-18,00

Gli orari potrebbero subire variazioni: contattare il luogo prima di ogni visita.